Sesamo

Sesamo

On Nov. 10, 2020, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha emesso una bozza di guida che incoraggia i produttori di alimenti a includere volontariamente il sesamo nell’elenco degli ingredienti sulle etichette degli alimenti. FDA sta accettando commenti sulla bozza di guida via on-line o per posta attraverso Jan. 11, 2021.

Allergia al sesamo è un problema in aumento negli Stati Uniti, anche se non è considerato uno dei primi 8 allergeni. Si stima che colpisca tra lo 0,1-1% complessivo, incluso circa lo 0,6% dei bambini. Altri semi che sono noti per causare allergia includono pinoli, noci di macadamia, semi di lino, semi di girasole, grano saraceno e senape. In Canada, il sesamo è considerato un allergene importante e deve essere etichettato. I tassi di allergia al sesamo possono differire in base alle preferenze alimentari culturali. L’India, nonostante l’alta assunzione di sesamo, ha bassi tassi di allergia, anche se in altre culture come Israele, l’allergia al sesamo è più comune dell’allergia alle arachidi.

Il sesamo consiste di parecchie classi importanti dell’allergene, compreso le proteine di stoccaggio del seme, le vicilline e l’oleosina. Il test per l’allergia al sesamo è potenzialmente complicato. Oleosi, un importante allergene al sesamo, non è rilevabile sui test cutanei, anche se gli altri principali allergeni al sesamo sono. Pertanto, sia la pelle che il test del siero per l’allergia al sesamo sono altamente raccomandati per evitare risultati falsi negativi. Ci possono essere diverse quantità di allergeni contenuti tra le 3 varietà di semi di sesamo. I semi di sesamo bianchi contengono il più allergene rispetto ai semi marroni o neri. Tuttavia, tutti i semi sono allergenici. L’olio di sesamo è considerato altamente allergenico, così come la farina di sesamo.

Gli individui con una diagnosi potenziale di allergia al sesamo dovrebbero cercare una raccomandazione allergologo board-certified per la conferma. I test dovrebbero includere sia la pelle che il test del sangue perché le oleosine sono scarsamente rilevabili dai test cutanei. Poiché il sesamo è un seme e si è evoluto da una pianta, ci sono proteine comuni condivise tra altri semi, arachidi, noci e alcuni piani (in particolare piante utilizzate per le spezie). Le proteine comuni sono anche note con carota e kiwi. Come nel caso di arachidi e noci, nei test allergologici, le proteine comuni e strutture simili possono essere responsabili di alti tassi di test co-positivi quando si valuta la reattività crociata. Si prega di tenere presente che solo avere un test di allergia positivo non significa automaticamente che la persona è allergica al prodotto, soprattutto se la persona non ha mai mangiato il prodotto e sviluppato sintomi. La maggior parte della reattività crociata ha poco significato clinico, ma controlla sempre prima con il tuo allergologo. In alcune situazioni, una sfida alimentare per l’elemento in questione può essere raccomandato per determinare se questi elementi sono sicuri da mangiare. Tuttavia, in altri, in particolare l’elemento cross-reattivo è stato comunemente mangiato prima che fosse diagnosticata l’allergia al sesamo, una sfida probabilmente non è necessaria. Tuttavia, alcuni allergologi raccomandano di evitare completamente alimenti potenzialmente reattivi come altri semi, arachidi e/o noci. Il rischio di co-elaborazione del sesamo di questi elementi non è ben descritto. Si prega di verificare con il vostro allergologo per il vostro piano di gestione specifico.

le Fonti più Comuni di Sesamo

  • piatti Asiatici
  • piatti Thailandesi
  • panini per Hamburger
  • crosta di Pizza
  • Wafer
  • Pane (grissini, panini, ciambelle)
  • Dolci
  • Salatini
  • Cracker
  • Biscotti
  • Cookie
  • Caramelle
  • Tagliatelle
  • Zuppe
  • barre di Energia
  • gelato
  • Insalata
  • Oli
  • Flafel
  • Tahini
  • Simit (bagno turco salatini)
  • Margarina
  • Cosmetici (trovato in molti balsami per labbra, creme, prodotti per gli occhi, saponi, oli, creme)
  • Prodotti farmaceutici (controllare il foglietto illustrativo)
  • Integratori alimentari
  • Farmaci

Consigli pratici

Si consiglia di portare sempre con sé almeno due (2) autoiniettori di epinefrina in ogni momento se è stata diagnosticata un’allergia al sesamo. Questo è nel caso in cui uno si accenda male o se i sintomi ritornano e una seconda dose è necessaria. Se è stato utilizzato un auto-iniettore di epinefrina, cercare sempre immediatamente assistenza medica di emergenza. Ciò è dovuto alla possibilità di una reazione bifasica. Una reazione bifasica è quando si verifica una seconda ondata di una reazione, che di solito è più forte della prima. Può verificarsi entro 2-4 ore e in alcuni casi, fino a 8 ore, dopo la reazione iniziale. Rimanere in cure mediche per almeno 4-6 ore. È necessario evitare rigorosamente il sesamo e i prodotti contenenti sesamo.

Leggere tutte le etichette dei prodotti prima del consumo di un nuovo prodotto alimentare. Prima di consumare qualsiasi prodotto, è importante leggere sempre attentamente le etichette per garantire la sicurezza di un prodotto alimentare. Negli Stati Uniti, SESAMO NON È RICHIESTO DI ESSERE ETICHETTATO per FALCPA. Sesamo è necessario per essere etichettato in Canada, tuttavia. Alcuni prodotti sono ben etichettati per la presenza di sesamo, ma altri no. A complicare questo, in alcune circostanze, se il sesamo è usato come agente aromatizzante e non come ingrediente primario, il sesamo può essere indicato come “spezia” o “spezie”. Questa particolare stranezza etichettatura è un hold-over da alcune leggi molto vecchie per quanto riguarda l’etichettatura dei sapori naturali, e sono certamente molto confusa. Come nel caso degli allergeni richiesti da FALCPA, i prodotti con le dichiarazioni di consulenza come “possono contenere”, “potrebbero contenere” o” fabbricati in una struttura condivisa che elabora ” su un pacchetto per sesame sono completamente volontari e possono essere ambigui. Il vero livello di contaminazione non è dichiarato e può variare da parti per milione a microgrammi. Ci possono essere diversi rischi associati a questi livelli. Si raccomanda generalmente di evitare i prodotti con tale etichettatura a causa di questa incertezza.

Cross-contact da utensili da cucina o prodotti come usare lo stesso coltello o cucchiaio che è stato utilizzato per diffondere hummus, o mangiare lattuga da una barra di insalata proprio accanto a un piatto di semi di sesamo usati come condimento. Entrambi rappresentano un potenziale pericolo. Il coltello che è stato utilizzato non è più sicuro per l’individuo allergico al sesamo. Avrebbe dovuto essere usato un coltello nuovo e pulito. Inoltre, la barra di insalata rappresenta una possibile superficie contaminata o cibo contaminato incrociato. Lattuga e altri elementi di insalata che vengono memorizzati a parte il sesamo devono essere utilizzati. Un altro esempio è raschiare i semi di sesamo da un pasto e servirlo a un individuo allergico al sesamo. È ancora pericoloso per il consumo. Un nuovo piatto pulito, con un pasto sicuro, dovrebbe essere servito all’individuo allergico al sesamo.

Altre pagine che potrebbero essere di interesse:

Visita la pagina “CROSS-CONTACT” di FAACT per esaminare come pulire correttamente gli allergeni dalle mani e dalle superfici.

FAACT

Sapevi che il sesamo è uno dei pochi allergeni che richiede test sia con esami della pelle che del sangue per rilevare tutti gli allergeni rilevanti? L’oleosina può essere persa se viene utilizzato solo il test cutaneo, in quanto non è ben rilevato attraverso l’estratto di test cutaneo commerciale, ma è mediante test standard di siero IgE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.