► Youare here: France ›
Heritage cities ›
Carcassonne

About-France.com – il conoscitore guida della Francia
In questa pagina Locationand accesso Touristattractions
Nella zona Alloggio ►

Il risparmio ofCarcassonne

Piano di Carcassonne
Piano del centro storico di Carcassonne. L’accesso principale (linea rossa) è dausCita 24 sull’autostrada A61 (Carcassonne est) .

Con i suoi 3 chilometri di bastioni difensivi, la città vecchia di Carcassonne è una delle più grandi città murate medievali sopravvissute in Europa.
Come punto difensivo naturale accanto al fiume Aude, il sito è stato occupato e fortificato fin da prima dell’epoca romana. Fu una roccaforte romana, prima di essere ceduta nel v secolo al visigoto Teodorico II. Da allora fino al 14 ° secolo, la fortezza di Carcassonne rimase una delle principali roccaforti in un’area che fu molto combattuta da duchi, re e conti del nord e del sud.
Già nel 1840,quando poche persone oltre ad artisti e poeti erano interessate ai vecchi edifici, un giovane consigliere locale inCarcassonne, con la passione per i vecchi edifici, riuscì a ottenere l’antica Basilica di Saint Nazaire, nella città vecchia, classificata come monumento storico.
Jean-Pierre Cros era appena in tempo. Mentre Carcassonne era stata per molti secoli un importante bastione fortificato sulla rotta principale tra la costa della Linguadoca a sud-est e le pianure della Guascogna a ovest, la sua importanza strategica era diminuita con la formazione della Francia moderna con un confine nazionale lungo i Pirenei. Nel xviii secolo, la guarnigione fortificata di Carcassonne nolongerserved molto scopo, e la città è stata progressivamente abbandonata da thearmy. Nel 1849, il governo dichiarò che le fortificazioni di Marcassonne erano ormai ridondanti, e dovevano essere abbattute – comeappendere alle fortificazioni della maggior parte delle altre città storiche francesi.

Carcassonne 1851
I bastioni della vecchia Carcassonne nel 1851, prima dell’inizio della ristrutturazione.

Cros guidò l’opposizione locale al piano di demolizione e sostenne Prosper Mérimée (il novellista più noto come autore di Carmen)che era l’ispettore francese dei monumenti storici. Con la basilica già classificata come monumento storico,Cros e Mérimée riuscirono a convincere le autorità ad estendere la classificazione per includere tutta la città medievale e le sue fortificazioni.
Nel 1835, Mérimée – che dobbiamo ringraziare per il salvataggio di molti dei più grandi monumenti storici della Francia – aveva già scritto di Carcassonne che “La città vecchia è più interessante(che la città nuova). La doppia fila di fortificazioni medievali potrebbe essere oggetto di importanti studi sull’architettura militare medievale”(Notes d’un voyage dans lemidi de la France) … ma che la città vecchia wasincreasingly derelict e le sue vecchie costruzioni abitate soltanto dal verypoor. Non avendo più bisogno di vivere nella protezione delle mura della città,la maggior parte degli abitanti più ricchi della città si era trasferita e aveva costruito nuove case e nuovi edifici municipali nella nuova città, sul terreno pianeggiante sotto.

Nel bene e nel male, l’uomo incaricato da Mérimée di restaurare la vecchia città di Carcassonne fu l’architetto francese Eugène Viollet-le-Duc, che aveva già assunto la responsabilità del restauro del Mont Saint Michelin in Normandia, della cattedrale di Notre-Dame a Parigi e della grande basilica di Vézelay in Borgogna, tra gli altri progetti.

Carcassonne by night
Carcassonne by night’

Appassionato di architettura medievale,Viollet-le-Duc, come altri architetti artisti e scrittori gotici in Francia, Gran Bretagna e altrove, aveva una visione romantica della vita medievale che colorava il suo lavoro. Così Viollet-le-Duc ha preso un punto di vista abbastanza liberale nella progettazione di nuovi edifici gotici o nella ristrutturazione di quelli vecchi, e la sua ristrutturazione di Carcassonne non ha fatto eccezione.
Un Parigino di nascita, la sua immagine di come medievalbuildings potrebbe avere guardato il loro primo è stato in gran parte influenzato dall’architettura antica del nord della Francia; il risultato è che, mentre theramparts e vecchi edifici di Carcassonne sono fondamentalmente genuinemedieval strutture, che ha impreziosito in stile medievale moretypical del nord della Francia che della Linguadoca. I tetti slopingslate delle torri di Carcassonne di oggi sarebbe a casa inBrittany; fino al 19 ° secolo, le torri erano ricoperte da tetti muchflatter utilizzando le tegole “romane” di terracotta rossa che caratterizzanol’architettura della maggior parte della Francia meridionale.
Più in generale, Viollet-le-Duc è stato, ed è ancora,criticato per aver più abbellito le fortificazioni, addingbattlements e migliorare l’aspetto della città vecchia, per renderlo in thean esempio di ciò che una città medievale dovrebbe idealmente avere guardato come,piuttosto che come Carcassonne in realtà era. Ma anche se molti dettagli del lavoro di restauro a Carcassonne erano il frutto della licenza artistica di Viollet-le-Duc, la maggior parte di Carcassonne è “genuina” nella misura in cui i disegni di Viollet erano basati sulla sua conoscenza molto dettagliata dell’architettura del Medioevo. Inoltre, le mura e gli edifici nella città vecchia sono autentiche strutture medievali; la costruzione di Carcassonne nel 19 ° secolo abbellì ciò che esisteva già, in non ha creato qualcosa dal nulla.
Grazie a Cros, Mérimée e Viollet-le-Duc, la vecchia città di Carcassonne fu così salvata dalla demolizione e restaurata a più della sua gloria originale; e ufficialmente protetta come monumento storico dal 1862, e nonostante il restauro troppo fantasioso di Viollet-le-Duc,Carcassonne rimane uno dei migliori e più completi esempi di città medievale in tutto il mondo. Nel 1997, l’importanza della vecchia città è stata confermata quando è stata elencata dall’UNESCO come patrimonio mondiale dell’Umanità.

Cosa vedere a Carcassonne

In sostanza, l’unica cosa da vedere a Carcassonne è la oldcity.

La città vecchia

L’ingresso alla città vecchia è gratuito. Tuttavia c’è una tassa per i parcheggi.vicino alla città vecchia. Nel 2021, la tariffa per le auto è di 30 minuti gratuiti, quindi addebitata a 1€ per 15 minuti fino a due ore, quindi0, 50€ per 45 minuti. Quindi la maggior parte dei visitatori-assumendo almeno due ore per visitare la città vecchia-pagherà un costo di parcheggio tra 6.50€uros e 8 €uros.

All’interno della città, le strade strette sono oggi allineate conristoranti e boutique turistiche.

L’accesso ai bastioni è attraverso il mastio della città, la ChâteauComtal (punto sul piano). I visitatori hanno accesso ad una parte del theramparts, da cui godere di una magnifica vista sulla città nuova,
la campagna circostante, e per le montagne a thenorth(Montagne Noire) e sud (Pirenei).
Le tariffe di ingresso per il Castello e i bastioni nel 2021 sono di 9,50 € a tariffa intera e 7,50 €a tariffa ridotta. L’accesso è gratuito per i minori di 18 anni in un gruppo familiare, ed è anche gratuito per i 18-25enni dei paesi dell’UE.. che non include più theUK. (passaporto o documento d’identità richiesto). ► Clicca per onlineticketssales (Chateauand bastioni)

Porte de Narbonne
La porta di Narbonne

Bazilique Saint Nazaire (in marrone sul piano). All’estremità meridionale della città vecchia, la Basilique SaintNazaire, costruita nel XII secolo, è un bell’esempio diarchitettura romanica e gotica francese del sud. Esso contiene somesignificant medievale vetrate, in particolare due belle finestre a rosa nei transetti nord e sud. Mentre l’interno è in gran parte medievale, l’esterno è stato abbellito dai restauri di Viollet-le-Doc nel 19 ° secolo.
Le porte della città. La città vecchia ha due porte principali, la porta di Narbonne a est, e la porta di Aude, sotto il castello, a ovest. Entrambi sono stati considerablyrenovated.
La porte d’Aude : la porta stessa risale all’epoca visigota,ma la maggior parte della sovrastruttura è Viollet-le-Duc.
La Porte de Narbonne : la porta è stata notevolmente abbellita da Viollet-le-Duc che ha aggiunto in particolare il ponte levatoio che non esisteva prima.

Altre attrazioni da vedere a Carcassonne

Il Canal du Midi-lo storico canale del 17 ° secolo, il più antico majorcanal in Europa, che ha permesso alle barche di attraversare dal Mediterraneo al’Oceano Atlantico, via Tolosa, il fiume Garonna e Bordeaux.
Le vieux pont.lungo 210 metri, il vecchio ponte, che attraversa il fiume Audebelow la Porte d’Aude, è un ben conservato ponte del 14 ° secolo.

L’accesso all’aeroporto di Carcassonne

  • Byair è servito direttamente da Ryanair. Perdettagli di voli dal UKsee volare in Francia.
  • In treno Carcassonne è raggiungibile da Parigi con il TGV (high speedtrain),via Narbonne (change), in poco più di 5 ore. Orari e biglietti
  • In auto Carcassonneis accanto all’autostrada A61 “Autoroute des deux mers”, che va da Bordeaux a Narbonne. Per la città vecchia prendere l’uscita 24, segnalata Cité médiévale. Da Parigi o da Calais (vedi itinerari da Calais) l’accesso più facile è via Orleans, Clermont-Ferrand, la A75 Ebéziers.

Nell’area di Carcassonne

Queribus
Inespugnabile Quéribus – uno dei castelli Catari

Controllare la guida per la Languedoc.
Tra i luoghi più interessanti e le attrazioni nelle vicinanze diCarcassonne, i più degni di nota sono.

  • I castelli Catharcastles – una serie di magnifici castelli medievali in rovina,per lo più nei dipartimenti Aude e Ariège.
  • Tolosa – capitale della regione occitania e la principale città nel sud-ovest della Francia, Tolosa , a poco più di un’ora lungo l’autostrada, è una città finecity con molto da vedere.
  • Limoux – 30 km a sud di Carcassonne, Limoux è una piccola città attraente whoseclaim a fama è che è il luogo di nascita di spumante – thefirst spumanti essendo stato prodotto qui nei primi anni 16thcentury, molto prima che l’idea si diffuse nella regione Champagne. Limouxha anche un insolito museo del pianoforte.
  • Il Canale duMidi . Che va da Tolosa ad Agde, sul Mediterraneocosta, il Canal du Midi è un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Le sue alzaie costituiscono anche una delle grandi piste ciclabili a lunga percorrenza della Francia…. ombreggiato dal caldo sole estivo da linee di antichi platani.
  • Narbonne.Ex capitale della Gallia romana, Narbonne è un tipico mediterraneocittà francese. Ha una delle migliori cattedrali francesi del sud, banchine attraenti accanto al Canal du Midi, e un Romanmarket sotterraneo e magazzini.
  • Abbaye deFontfroide. ex benedettino medievale poi cistercesimonastero nelle terre selvagge delle colline dell’Aude. Imponenti edifici storici, tra cui la chiesa abbaziale e i suoi chiostri. Di proprietà privata. Visite guidate. Aperto tutto l’anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.