Se hai ricevuto un’eredità da una persona cara, è probabile che fosse destinata a te personalmente e non al tuo coniuge.

Tuttavia, se non stai attento a ciò che fai con l’eredità, potresti essere tenuto a condividerlo con il tuo coniuge se ti separi o divorzia.

Ricevere un’eredità mentre sposato

Ogni circostanza è diversa, e si dovrebbe ottenere consigli su misura per le vostre circostanze particolari. Ma alcune raccomandazioni generali sono riportate di seguito.

Normalmente la tua eredità è esclusa

Quando i coniugi sposati si separano, di solito c’è un pagamento effettuato dal coniuge la cui proprietà è cresciuta di più. Calcoliamo la “proprietà familiare netta” di ogni persona, che è essenzialmente l’aumento di valore della loro proprietà durante il matrimonio.

Se hai ricevuto un’eredità prima del matrimonio, ottieni credito per il saldo dell’eredità che avevi alla data del matrimonio. A seconda della lingua nella Volontà della persona deceduta (la persona che ti ha lasciato l’eredità), la crescita dell’eredità può anche essere esclusa dalla tua proprietà familiare netta.

Se non stai attento a quello che fai con l’eredità potresti essere richiesto di condividerlo con il tuo coniuge se ti separi o divori.

Se hai ricevuto la tua eredità durante il matrimonio, puoi escludere il valore dell’eredità che hai lasciato alla data di separazione dalla tua proprietà familiare netta. Il che significa che non condividi il valore dell’eredità che hai ancora alla data di separazione.

Proteggi la tua eredità – ricevuta prima del matrimonio

Se l’hai ricevuta prima della data del matrimonio assicurati di documentare e mantenere la prova che hai:

  • ricevuto un’eredità. Ad esempio, mantieni la Volontà e le eventuali lettere del Fiduciario immobiliare che confermano ciò che riceverai;
  • ha aperto un account separato, a tuo nome, per l’eredità;
  • conserva la prova che hai depositato l’eredità nel conto;
  • mantenere la prova che del saldo dell’eredità alla data del matrimonio. Se l’eredità era in un conto bancario alla data del matrimonio, conservare una copia dell’estratto conto bancario che mostra il saldo. Se l’eredità è stata investita in altri beni, conservare la prova che hai acquistato beni con l’eredità e il valore di tali beni alla data del matrimonio. Questa informazione può essere molto difficile da trovare anni lungo la strada, in modo da farlo subito.
  • Se la Volontà dice che è possibile escludere gli interessi maturati dall’eredità (che la maggior parte della Volontà è redatta da un avvocato), mantenere l’eredità e gli interessi in un conto separato.
  • Non investire i soldi che hai ereditato in una casa in cui vivrai con il tuo coniuge (questo include non pagare il mutuo). Se lo fai, e se si vive ancora con quel coniuge in quella casa alla data della separazione, si perde la detrazione.
  • Non utilizzare l’eredità per pagare qualsiasi debito congiunto.
  • Non esaurire l’eredità fino a dopo che si sono sposati.

Proteggere la vostra eredità ricevute durante il matrimonio

Per proteggere il vostro esclusione eredità ricevute durante il matrimonio, si dovrebbe:

  • ancora documentare e conservare la prova che hai ricevuto in eredità;
  • aprire un conto separato, nel solo nome, per eredità;
  • tenere la prova che è stato depositato l’eredità in conto;
  • non utilizzare l’ereditarietà per acquistare beni di proprietà comune con il coniuge;
  • Per quanto possibile, di non esaurire l’eredità
  • non utilizzare l’ereditarietà per pagare fuori il debito congiunta;
  • Non usare l’eredità per comprare una casa in cui vivrai con il tuo coniuge e non usare l’eredità per apportare miglioramenti alla casa in cui vivi o pagare il mutuo;
  • se usi l’eredità per acquistare beni, non comprare beni deprezzanti. È possibile escludere solo il valore dell’account o delle risorse riconducibili all’eredità ancora esistente alla data di separazione.
  • se si utilizza l’eredità per acquistare beni, assicurarsi di conservare i documenti comprovanti che tali beni sono stati acquistati con fondi dall’unico conto in cui è detenuta l’eredità.

Matrimonio contatto

Le raccomandazioni di cui sopra possono essere molto restrittive su come è possibile utilizzare la vostra eredità e anche proteggerlo. In particolare, molte persone vogliono comprare una casa con il coniuge, o apportare miglioramenti alla casa in cui vivono. Se si desidera utilizzare l’eredità, piuttosto che tenerla in un account a proprio nome, si dovrebbe prendere in considerazione fortemente entrare in un contratto di matrimonio che può aiutare a proteggere la vostra eredità con un po ‘ più di flessibilità..

Cosa succede se non sono sposato?

I coniugi di Common law dovrebbero anche essere consapevoli dei modi per proteggere la loro eredità.

A differenza dei coniugi sposati, i coniugi di common law non hanno il diritto di equalizzare la proprietà (condividere la crescita delle rispettive proprietà durante il matrimonio). Ma i coniugi di diritto comune possono ancora portare rivendicazioni di proprietà l’uno contro l’altro in rimedi equi come l’arricchimento senza causa.

Ogni circostanza è diversa e dovresti ricevere consigli su misura per le tue particolari circostanze. Ma alcune raccomandazioni generali sono riportate di seguito.

Se non sei sposato e vuoi proteggere un’eredità, dovresti:

  • Mantenere la prova ricevuta un’eredità. Ad esempio, mantenere la Volontà e le eventuali lettere del Fiduciario immobiliare che confermano ciò che riceverai;
  • aprire un conto separato, a tuo nome, per l’eredità;
  • mantenere la prova che hai depositato l’eredità nel conto;
  • Se l’eredità è investita in altre attività, mantenere la prova che hai acquistato beni con l’eredità.
  • Non investire i soldi che hai ereditato in attività congiunte con il tuo partner.
  • Non utilizzare l’eredità per le spese quotidiane congiunte.
  • Non investire i soldi che hai ereditato nella casa in cui vivrai con il tuo coniuge.
  • Non pagare il mutuo sulla proprietà di proprietà congiunta, o la casa in cui vivi con il coniuge.
  • Non pagare i debiti congiunti.

Accordo di convivenza

Le raccomandazioni di cui sopra possono essere molto restrittive su come utilizzare la propria eredità e anche proteggerla. In particolare, molte persone vogliono comprare una casa con il coniuge, o apportare miglioramenti alla casa in cui vivono. Se si desidera utilizzare l’eredità, piuttosto che mantenerla in un account a proprio nome, si dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di stipulare un contratto di convivenza che può aiutare a proteggere la propria eredità con un po ‘ più di flessibilità.

In definitiva, i parametri contenuti all’interno di un contratto di matrimonio o di un accordo di convivenza sono fondamentali per determinare cosa succede alla tua eredità se diventi separato o divorziato dal tuo coniuge. Se hai domande sulla protezione della tua eredità, contatta il nostro gruppo di diritto di famiglia per parlare con un avvocato di famiglia qualificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.