Quando la maggior parte delle persone pensa alla depressione, pensa agli effetti emotivi e comportamentali della depressione.

Alcune persone possono anche prendere in considerazione alcuni degli effetti fisici come il cambiamento di peso o problemi di sonno irregolare, ma ciò che molte persone tendono a dimenticare è la connessione tra la depressione e il cervello. Gli scienziati hanno speculato per molti anni su come appare un cervello depresso e hanno trovato differenze chiave tra un cervello depresso e un cervello normale.

La differenza tra un cervello depresso e un cervello normale

A Banyan Mental Health, i nostri programmi di trattamento del disturbo d’ansia e dell’umore Boca lavorano con persone che lottano con la depressione e conosciamo i molti modi in cui questo disturbo può colpire qualcuno. Sebbene i nostri trattamenti si concentrino sulla guarigione della salute mentale del nostro paziente, il cervello di qualcuno con depressione non deve essere ignorato.

Quando si confrontano un cervello depresso rispetto a un cervello normale, gli scienziati hanno trovato alcune differenze sottili ma importanti tra cui anomalie della materia grigia, restringimento del cervello e un’amigdala più attiva nei cervelli depressi.

Anomalie della materia grigia

La materia grigia nel cervello si riferisce al tessuto cerebrale costituito da corpi cellulari e cellule nervose. Le persone con depressione hanno dimostrato di avere materia grigia più spessa in parti del cervello coinvolte nell’auto-percezione e nelle emozioni.1 Questa anomalia potrebbe contribuire ai problemi che qualcuno con depressione ha in queste aree.

Restringimento del cervello

Il cortisolo è l’ormone dello stress nel cervello. Le persone che soffrono di disturbo da depressione maggiore rilasciano grandi quantità di cortisolo rispetto alla persona media. Il risultato di questa esposizione a lungo termine è che parti del cervello possono effettivamente ridursi, tra cui l’ippocampo e la corteccia prefrontale, che sono coinvolti nella memoria e nel processo decisionale.2 Uno studio ha rilevato che in media, le donne con una storia di depressione avevano tra 9-13% ippocampi più piccoli di qualcuno che non ha mai lottato con la depressione.3

Amigdala più attiva

L’amigdala è una struttura cerebrale tipicamente associata alla regolazione delle emozioni. Le persone con depressione si trovano spesso ad avere un’amigdala più attiva che in un cervello normale. In particolare, l’amigdala nelle persone depresse è più attiva che nelle persone senza depressione quando esposta a uno stimolo negativo come una faccia triste. Quando entrambe le persone sono esposte a uno stimolo positivo come una faccia felice, c’è poca differenza.4 Gli scienziati ipotizzano che, ancora una volta, l’aumento dei livelli dell’ormone dello stress, il cortisolo, potrebbe essere la causa di questa anomalia.

Un problema con queste differenze è il caso della direzionalità. Una struttura cerebrale alterata e una funzione chimica causano depressione? O, sono questi un risultato della depressione? Gli scienziati stanno ancora discutendo. Un altro problema sorge quando si tratta di abuso di sostanze. Molte persone si rivolgeranno a droghe o alcol per far fronte alla loro depressione, che può provocare anomalie cerebrali ancora più messier. In questi casi, il nostro trattamento doppia diagnosi nel sud della Florida lavora con i pazienti per affrontare entrambi i problemi in una sola volta.

Come parte del nostro trattamento di malattie mentali a Boca, lavoriamo con i nostri pazienti non solo per aiutarli a guarire, ma anche per educarli su ogni aspetto del loro disturbo.

Se voi o qualcuno che ami è alle prese con la depressione o un altro disturbo di salute mentale, entrare in contatto con noi oggi. Chiamando 888-280-4763, ti guideremo attraverso il processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.