Harlem Valley State Hospital

Construction Began

Opened

Closed

Current Status

Closed

Building Style

Cottage Plan

Architect(s)

Wm. Haugaard

Posizione

Dover, NY

Architettura

georgiano

Nomi Alternativi

  • Harlem Valle Psychiatric Center

Storia

Un giorno, dopo la costituzione del Collegio dei Dirigenti, Harlem Valle Ospedale di Stato è venuto in essere. Aprì il 24 aprile 1924 “per la cura e il trattamento dei pazzi” come parte di un atto per interrompere la prigione agricola e industriale di Wingdale. Gli edifici A, B e C erano già stati costruiti nel sito della Strada statale (Route 22) e presto fu richiesto denaro per acquistare terreni agricoli e edifici adiacenti per costruire una cantina di radici, un fienile da latte, una porcilaia e un pollaio per 3000 polli. Con 24 pazienti ricoverati l ‘ 11 agosto da New York City e Long Island, l’ospedale era pronto a diventare parte della storia di Harlem Valley.

Tra il 1925 e il 1929, la capacità certificata del nuovo ospedale passò da 250 a 1294. Durante quel periodo, il Consiglio dei gestori, che, negli anni successivi, divenne il Consiglio dei visitatori, approvò la modifica del corso della State Route 22 in modo che coprisse la maggior parte dei terreni invece di attraversarli direttamente. Nel 1928 gli edifici F e H furono gareggiati e la cucina G fu preparata. Inoltre, sono stati costruiti campi da tennis, sono state avviate lezioni di cultura fisica e è stata organizzata una squadra di baseball per i dipendenti. Poi, nel 1929 furono completati nuovi alloggi per il personale e fu installato un centralino che servì per 60 anni. Nell’autunno dell’anno, la Scuola di Infermieristica, costruita nel 1926, ha aperto il 23 settembre con 14 iscritti.

Nel 1934 l’ospedale era considerato completo tranne che per la Sala delle Assemblee, che fu dedicata dal governatore dello Stato di New York Alfred E. Smith tre anni dopo nel 1937. Il campus Wingdale si è evoluto in una città dentro di sé con una fattoria, lavanderia, panetteria, impianti di refrigerazione e magazzini. Il nuovo campo da baseball e la tribuna con una distesa erbosa oltre aggiunto al look villaggio previsto. Anche nel 1934 le cliniche per l’orientamento infantile furono aperte a Mt. Kisco e il Monte. Vernon. Clinica aumentato di numero fino alla seconda guerra mondiale, quando sono stati interrotti a causa di problemi di personale e restrizioni di viaggio.

Un primo punto alto nella storia della Valle di Harlem si è verificato nel 1936, quando il dottor Manfred Sakal di Vienna è stato invitato a dimostrare il suo metodo di trattamento di shock insulinico presso un istituto speciale di medici ospedalieri statali. Il corso di istruzione è durato sei settimane dopo di che i medici sono tornati ai loro vari ospedali per istituire unità di trattamento. Poi, altri medici provenienti da intuitions in tutti gli Stati Uniti e in Canada sono venuti a Harlem Valley per diversi mesi per ricevere istruzioni. Per un periodo di tempo, la terapia d’urto insulinica è diventata un trattamento standard negli ospedali statali.

Mentre la seconda guerra mondiale si stava avvicinando nel 1941, la terapia con scosse elettriche fu introdotta nell’ospedale. Quando gli Stati Uniti entrarono in guerra, i dipendenti furono portati via per prendere parte allo sforzo, come parte delle forze armate o per lavorare nelle industrie belliche. Naturalmente, Harlem Valley era orgogliosa di coloro che servivano. Più tardi i loro nomi furono esposti su una targa di bronzo nell’edificio dell’Amministrazione. E, anche con la guerra in corso e il personale a corto, il censimento ha raggiunto un massimo di 5.415 nel 1943. Si ritirò a 4474 durante il 1945, però.

Nel dopoguerra, nel 1947, fu istituito il primo dipartimento del personale per scopi di reclutamento. La scuola infermieristica, che ha operato per tutta la guerra, non aveva studenti nel 1948 come censimento di nuovo spostato verso l’alto. Nel 1950, ha raggiunto 5078. Nello stesso anno furono eseguite dieci lobotomie all’ospedale. Nel 1952, la Clinica Carmel iniziò ad offrire servizi a tutti i membri della comunità, indipendentemente dall’età.

Nel 1955 era stata organizzata una lega di softball intramurale per pazienti e 100 pazienti al mese frequentavano il Dover Plains Theater gratuitamente come parte del programma per la ricreazione. Quell’anno fu notevole per qualcosa di più ampio significato. E ‘ stato il primo anno che i farmaci psicotropi sono stati utilizzati a Harlem Valley. Questi fornirebbero in seguito per alleviare drammaticamente i sintomi e aiutare i pazienti verso il recupero e la normalizzazione della loro vita. L’anno 1956 ha visto un censimento record di 5.818 pazienti, però.

Verso la fine del decennio, nel 1958, fu istituita una politica di porte aperte. I pazienti ambulatoriali che avevano carte d’onore e che vivevano in reparti sbloccati potevano uscire sul terreno durante le ore diurne. Questa era una nuova pratica, ma qualcosa di più vecchio è stato abbandonato. La fine di un’era arrivò con la cessazione delle attività agricole a Harlem Valley nel marzo 1960. L’ospedale non era più una comunità autosufficiente nella contea di Dutchess orientale. Tre anni dopo il quadro di nuova costruzione ha cominciato a profilarsi contro la collina orientale-un segno di ulteriore espansione – che era stato raccomandato anni prima. L’edificio medico/chirurgico – Sullivan Tower o, più comunemente, Building 85 – era in costruzione. Fu completato nell’autunno del 1966 e conteneva reparti per pazienti infermi, una sala operatoria, un laboratorio, attrezzature diagnostiche, cliniche, biblioteca medica e obitorio. L’edificio era tecnologicamente all’avanguardia. Anche la modernizzazione in altre sedi del campus ha avuto luogo. Nel 1969 fu completata la ristrutturazione di portici aperti in portici chiusi.

I licenziamenti si verificarono nel 1971 insieme alla chiusura degli edifici A, B e C. L’anno successivo, l’unità Wingdale del Westchester Developmental Center riaprì questi edifici per il loro uso personale, con la responsabilità amministrativa di Harlem Valley. Nel 1972, un team di addestramento aiutò un gruppo di personale selezionato a creare quella che divenne nota come Metro Unit. Questa unità ha caratterizzato il team di trattamento interdisciplinare e ha introdotto altre innovazioni. I pazienti sono diventati “residenti” e sono stati trattati con terapia di gruppo. Un altro cambiamento significativo ha avuto luogo un anno dopo. Il 4 aprile 1973 iniziò l’unificazione dell’intero ospedale. Questo processo riorganizzato i pazienti in reparti per quelli dalla stessa posizione geografica delle contee di Westchester e Putnam. Questo non è stato fatto prima. Ne è risultato un mix completamente nuovo di pazienti nei reparti.

Quando Harlem Valley ha celebrato il suo 50 ° anniversario nel 1974, censimento dei pazienti alla fine di aprile era 1897, riflettendo gli sforzi in corso verso la deistituzionalizzazione, – o lo scarico dei pazienti nella comunità e collegandoli con i servizi della comunità. In questo anno anche, il nome ufficiale dell’ospedale è diventato Harlem Valley Psychiatric Center.

In occasione del suo 69 ° anniversario nel 1984, il riconoscimento è stato dato ad Harlem Valley come leader del sistema di salute mentale statale. Dr. Steven E. Katz, OMH commissario al momento, ha osservato in una lettera di congratulazioni, “Gli ultimi sei decenni hanno visto un profondo cambiamento nel ruolo di Harlem Valley Psychiatric Center. Una volta un asilo rurale per i malati di mente, ora è leader nella fornitura di servizi basati sulla comunità volti a prevenire inutili ricoveri dei malati di mente.”Il governatore Mario Cuomo ha espresso pensieri simili nella sua lettera a HVPC e ha aggiunto: “Il suo staff ha molto di cui essere orgogliosi.”

La metà degli anni 1980 vide Harlem Valley sopravvivere se non necessariamente fiorente. Assistere la regione metropolitana di New York City accettando pazienti durante un periodo critico faceva parte del suo mandato. Durante questo periodo, la ristrutturazione dell’ambiente del reparto in termini più confortevoli e personalizzati è diventata l’arte degli obiettivi della struttura. I primi reparti in mostra questo nuovo “Ambiente terapeutico” con conseguente innalzamento dimostrabile del morale sia per i residenti che per il personale. Nuove luci, arredi e accessori più confortevoli e la modifica degli spazi, che ha abbassato i livelli sonori, hanno contribuito. Anche in questo momento di rinnovamento i familiari dei pazienti e altri significativi interessati al benessere dei pazienti volevano essere più coinvolti nella cura e nel trattamento del paziente. Lo hanno fatto collegando periodicamente la discussione con gli amministratori e il personale di Harlem Valley per apportare modifiche. Advocacy paziente e un consiglio paziente ricoverato è venuto in essere. Parallelamente a ciò, anche il movimento dei consumatori di servizi di salute mentale stava iniziando a guadagnare importanza e ad essere più ampiamente ascoltato. A testimonianza della sua evoluzione, Harlem Valley ha aggiunto il Consumer Advocate Award al suo Distinguished Scholar Award, recentemente istituito, presentato annualmente.

Anche prima dell’inizio del rallentamento economico nel tempo che colmava i decenni degli anni Ottanta e Novanta e la conseguente crisi che interessava il bilancio dello Stato, i centri psichiatrici venivano considerati sempre più come resti costosi e ricordi del passato. I servizi di salute mentale nella comunità dovevano assumere maggiore importanza, maggiore reattività e maggiore responsabilità, ha ribadito l’Ufficio per la salute mentale. L’introduzione della riabilitazione psichiatrica è stato quello di aiutare il paziente a fare scelte che potrebbero portare, si sperava, ad una vita più indipendente, soddisfacente e produttiva alla fine in un ambiente comunitario di sua scelta.

Harlem Valley non è stato il primo centro psichiatrico previsto per la chiusura. E la chiusura prevista non era presumibilmente basata su alcuna mancanza di eccellenza nei servizi forniti. La ragione era di bilancio. E c’erano due centri psichiatrici nella contea di Dutchess, che lo Stato ha detto che non poteva permettersi. Harlem Valley era in una zona rurale ad una distanza dalle aree urbane rispetto al Hudson River Psychiatric Center che era vicino a servizi sociali desiderati e servizi della vita urbana.

Nel 1991, Harlem Valley è atterrato sulle prime pagine dei giornali locali quando il senatore Nicholas Spano, presidente del comitato di salute mentale dello Stato della legislatura NYS, ha tenuto audizioni pubbliche a Smith Hall sulla proposta di chiusura HVPC. La perdita di posti di lavoro e la possibile devastazione dell’economia locale, che i funzionari eletti e gli uomini d’affari della città immaginavano, furono denunciati. Altro supporto per HVPC è venuto da molte aree.

Un’altra protesta era testa quando la scadenza per la chiusura e il consolidamento con Hudson River Psychiatric Center è stato cambiato dal 1 aprile 1994 al 31 dicembre 1993. Ne sono seguiti negoziati e la data finale di chiusura risultante è stata cambiata in” chiusura delle attività ” 31 gennaio 1994. Non completamente 70 anni sarebbero passati da quella prima ammissione per l’ultima luce fuori e l’abbassamento della bandiera.

Alla visione recente, il piano sembra essere quello di demolire parzialmente e in parte riabilitare la struttura. I cartelli in loco indicano una celebrazione del calcio d’inizio per ottobre 2012. Le indicazioni sono per l’eventuale uso come comunità di pensionamento per rapporti locali.

La ristrutturazione della struttura è iniziata a settembre di 2013 dopo la vendita della struttura a Olivet Management, LLC. La società ha acquistato la proprietà per conto della Olivet University da Benjamin Companies ,” l’azienda che aveva intenzione di costruire una comunità residenziale/retail combinata sulla proprietà nota come Dover Knolls.”Supervisore di Dover Ryan Courtien ha detto” ” L’Università si aspetta di utilizzare quasi tutti gli edifici e le infrastrutture esistenti per costruire un istituto di ricerca premier e information technology hub una volta che tutte le approvazioni sono state ricevute, ” ha detto il supervisore. “Il piano è di avere aule, sale residenziali e sale da pranzo.”

Immagini di Harlem Valley State Hospital

Galleria di immagini principale: Harlem Valley State Hospital

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.