Due medici guardano un palloncino per il trattamento della terapia fetale.

Per i pazienti che affrontano una condizione fetale complessa, il Centro per la terapia fetale offre diversi livelli di cura. A seconda delle tue esigenze, puoi rivolgerti a noi per una consulenza, un’assistenza co-gestita con il tuo fornitore ostetrico o un’assistenza materna e fetale completa.

Servizi diagnostici

Dr. Baschat e il team del Centro per la terapia fetale eccellono nei test diagnostici, nel monitoraggio fetale, nella valutazione cardiovascolare fetale completa e nella cura della maternità e della consegna ad alto rischio. Il nostro team altamente qualificato si avvale di tecniche avanzate di ultrasuoni 2-D e 3-D, risonanza magnetica e le ultime ricerche sul trattamento fetale.

Prelievo di sangue fetale

Il prelievo di sangue fetale è una procedura utilizzata per diagnosticare, trattare o monitorare vari problemi fetali.

Programma di ecocardiografia fetale del primo trimestre

Questo programma consente la diagnosi dei principali difetti cardiaci congeniti all’inizio della gravidanza.

Procedure di chirurgia fetale

Il Centro di terapia fetale offre le seguenti procedure per garantire i migliori risultati sia per la mamma che per il bambino:

Trattamento intrapartum ex-utero (EXIT)

Il trattamento intrapartum ex-utero (EXIT) si riferisce a una tecnica speciale utilizzata per partorire un bambino attraverso un’incisione nell’utero. In una procedura di uscita viene stabilita una via aerea funzionante prima della separazione dalla placenta. L’USCITA può essere una procedura di salvataggio per molti bambini con ostruzione delle vie aeree.

Posizionamento dello shunt fetale

Questa procedura viene eseguita quando c’è una grave anomalia renale / urinaria nel feto al fine di drenare la vescica fetale e ottenere un campione di urina fetale per il test. Gli stent possono anche essere usati per drenare il liquido extra dal torace fetale.

Chirurgia laser fetoscopica

La fetoscopia si riferisce all’inserimento di un piccolo laparoscopio nell’utero per visualizzare il feto e la placenta. Attraverso il fetoscopio è possibile inserire una serie di dispositivi per trattare una serie di condizioni. Questa procedura viene eseguita più frequentemente per eseguire l’ablazione laser delle anastomosi placentari per il trattamento della sindrome trasfusionale gemello-gemello e il posizionamento del palloncino tracheale per l’ernia diaframmatica congenita.

Fetoscopic Tracheal Occlusion (FETO)

Fetoscopic tracheal occlusion (FETO) è una procedura sperimentale utilizzata per feti con diagnosi di ernia diaframmatica congenita (CDH) e compromissione dello sviluppo polmonare. FETO blocca reversibilmente la trachea del feto con un palloncino di lattice. La ricerca ha dimostrato che questa occlusione tracheale temporanea può migliorare lo sviluppo del polmone fetale, che può portare a una migliore sopravvivenza nei bambini con CDH.

Fetoscopic Spina Bifida Repair

È una procedura sperimentale in cui la chiusura della spina bifida viene eseguita attraverso un approccio minimamente invasivo. La procedura offre il vantaggio di ottenere la chiusura del difetto spinale fetale con un impatto minimo sull’integrità uterina. A differenza della tradizionale chirurgia spina bifida aperta la consegna vaginale a termine è un’opzione che segue la riparazione fetoscopica.

Trasfusione intrauterina

Questa procedura viene eseguita utilizzando una guida ecografica per posizionare un piccolo ago attraverso l’addome della madre in un piccolo vaso sanguigno fetale. Sangue, piastrine o farmaci possono essere somministrati al feto attraverso questa tecnica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.