Per coloro che non vogliono leggere il link, la maggior parte della storia è qui:

“Per il Memorial Day weekend, 2002, Erika e Ben hanno fatto il loro primo viaggio insieme Andarono a Ocean City, nel Maryland, e affittarono un appartamento per le vacanze.

Il 31 maggio 2002, intorno alle 2 del mattino, un allarme silenzioso è stato attivato in un ristorante Hooters a Ocean City. Come i poliziotti tranquillamente tirato su, hanno visto i ladri in atto con le braccia piene di beni rubati. Erano Erika e Ben. Erika è stata trovata in possesso di un coltello e .357 Magnum, mentre Ben aveva una pistola 9 millimetri e un coltello.

Dopo essere stata arrestata, Erika si fece prendere dal panico. Ha detto che la sua ansia era fuori controllo e che aveva bisogno di farmaci dalla sua borsa. Così, gli ufficiali hanno scavato nella borsetta, e invece di farmaci, gli ufficiali hanno trovato le carte d’identità di una coppia scomparsa: Joshua Ford e Martha “Geney” Crutchley.

Hanno anche trovato cinque proiettili, quattro spesi e un round vivo. Ben ed Erika si sono rifiutati di dire alla polizia dove hanno ottenuto gli ID, così mentre la coppia è stata portata alla stazione per ulteriori interrogatori, la polizia ha corso a Erika e l’appartamento di Ben nella speranza di trovare la coppia viva.

Anche se la polizia non ha trovato Joshua e Geney, hanno trovato molte fotografie che Erika e Ben avevano scattato nel corso della loro vacanza. Molte delle immagini catturato Joshua e Geney godersi la loro vacanza. Su un tavolo, hanno trovato una chiave dal condominio dove Joshua e Geney erano stati alloggiati.

Dopo ulteriori indagini dell’unità, i detective hanno scoperto che la porta del bagno era nuova di zecca. La coppia aveva anche comprato spackle e vernice, che è stato molto probabilmente utilizzato per coprire quello che sembrava agli investigatori come un foro di proiettile nel muro del bagno. Macchie di sangue sono stati trovati anche nella malta e sotto lo specchio cosmetico. Secondo i documenti del tribunale, la polizia ha anche trovato due proiettili su un tavolo all’interno del condominio. Erano stati entrambi licenziati dal .357 magnum polizia recuperato da Erika, e uno dei proiettili aveva il sangue di Joshua e tessuti su di esso.

Durante l’interrogatorio, Ben ha chiesto un avvocato e si è rifiutato di parlare, ma Erika ha aperto. Ha detto detective Ben aveva ucciso la coppia dopo che sono tornati al loro appartamento con loro a seguito di una notte di festa. Secondo Erika, sospettavano Joshua e Geney avevano rubato da loro, e Ben aveva sparato loro.

Erika ha affermato di aver aiutato a smaltire i corpi e nient’altro. Ha detto alla polizia che avevano fatto a pezzi i corpi della coppia e scaricato i loro resti in sacchetti separati.

I detective hanno scavato in una discarica vicina per trovare le parti del corpo. Hanno trovato la gamba di Geney, il busto e le braccia di Joshua. Sfortunatamente, non c’era abbastanza del corpo di Geney trovato per determinare la causa della morte. Il corpo di Joshua, tuttavia, aveva due proiettili, ed erano entrambi di Erika .357 Magnum. Sia Ben che Erika sono stati accusati di omicidio di primo grado.

Il 31 marzo 2003 iniziò il processo a Ben. La squadra di difesa di Ben ha affermato che l’intero calvario era opera di Erika e che era responsabile degli omicidi.

Alla fine, l’accusa non è riuscita a dimostrare che Ben, e non sua moglie, aveva sparato il colpo fatale che ha ucciso Joshua. La giuria ha scagionato Ben da tutte le accuse per la morte di Joshua.

Ma nel caso di Geney, era più difficile negare il coinvolgimento di Ben poiché la sua morte non era stata collegata alla pistola di Erika. Secondo il Baltimore Sun, Ben è stato condannato per omicidio di secondo grado e aggressione di primo grado nella morte di Geney. Il giudice ha detto che era ” uno dei pochi casi in 20 anni che non ero d’accordo con il verdetto della giuria.”È stato condannato a 38 anni.

Allora era tempo per il processo di Erika. L’accusa ha presentato molte delle foto che avevano trovato nell’appartamento della coppia. Secondo” Snapped”, nelle fotografie scattate dopo gli omicidi, Erika è stata vista indossare l’anello di Joshua su una catena intorno al collo. Come la collezionista che era sempre stata, Erika l’aveva tenuta come souvenir, proprio come i loro documenti e i bossoli.

Secondo “Snapped”, l’accusa ha anche sostenuto che Erika aveva molto probabilmente fatto il taglio, dal momento che ha detto alla polizia che ha aiutato a smaltire i corpi. La sua squadra di difesa ha affermato che tutto ciò che ha fatto era solo per compiacere Ben, che aveva commesso gli omicidi.

La difesa ha anche chiamato allo stand Melissa Seling, un’altra giovane donna che avevano identificato dalle foto delle vacanze dei Sifrits. Secondo” Snapped”, Melissa ha testimoniato di aver incontrato i Sifrits pochi giorni dopo l’omicidio. Ha detto che lei e il suo ragazzo — come Joshua e Geney — era tornato al condominio Sifrits’ dopo una serata di bere e festa. Una volta lì, Erika li avrebbe accusati di aver rubato la sua borsa, e Ben ha tirato una pistola sulla coppia. Alla fine, i Sifrits lasciano Seling e il suo ragazzo andare illesi.

Anche se questa testimonianza sembrava parallela e sostenere la storia di Erika di quello che è successo con Joshua e Geney, è stata condannata per omicidio di primo grado nella morte di Joshua Ford e omicidio di secondo grado nella morte di Martha Crutchley, secondo il Maryland Coast Dispatch. Il giudice ha condannato Erika all’ergastolo più 20 anni.

Ben avrà diritto alla libertà vigilata nel 2021. La coppia ha iniziato un procedimento di divorzio nel 2010.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.