la Madre della Dinastia Tudor

Guest articolo scritto da: Alan Libero

Caterina de Valois’ di legno funerale effigie

Caterina de Valois’ di legno funerale effigie

Caterina di Valois, figlia di un re, moglie e poi vedova di un re e, infine, la madre di, probabilmente, la più grande dinastia della storia inglese. Suo padre, Carlo VI di Francia, nonostante fosse pazzo per gran parte degli ultimi trent’anni della sua vita, riuscì a generare dodici figli dalla sua regina, Isabella di Baviera. Catherine nacque la figlia più giovane presso l’Hotel di St. Pol a Parigi il 27 ottobre 1401.

L’idea che potesse sposare il futuro Enrico V d’Inghilterra fu messa in sordina per la prima volta nel 1408 in uno dei tanti negoziati di pace abortiti tra i due paesi. Henry aveva 21 anni e lei, otto, all’epoca. Non è venuto nulla della proposta. Il soggetto è salito di nuovo nel 1413, ma con la morte di Enrico IV l’anno successivo, la questione è stata abbandonata. Quando il giovane “re Hal” succedette a suo padre, propose che lui e Caterina si sposassero e, come sua dote, Carlo lo riconobbe come erede al trono francese. Naturalmente i francesi hanno avuto problemi con questo suggerimento e, invece di campane di nozze, sanguinosa guerra ha portato.

Enrico invase la Francia, massacrò il fiore della cavalleria francese nella battaglia di Agincourt il 25 ottobre 1415, e si mise al fianco di Edoardo, il principe nero, come uno dei più grandi eroi medievali d’Inghilterra. Nel corso dei prossimi anni si mise a catturare il regno di Carlo, provincia per provincia. Alla disperata ricerca della pace, i francesi sollevarono ancora una volta la questione del matrimonio. Inviati armati di ritratti della ragazza furono inviati a Enrico per premere il vestito e alla fine l’eroe-re incontrò Caterina a Meulan verso la fine del 1419. Fu subito affascinato dal suo fascino e dalla sua bellezza. Il suo casto arrossisce quando la baciò ha conquistato Henry.

I negoziati ebbero luogo a Troyes nel maggio 1420; Enrico fu dichiarato erede al trono francese e il contratto di matrimonio divenne parte di un trattato anglo-francese. La coppia era sposata, non nella grandezza della Cattedrale di Troyes, ma nella piccola, umile chiesa parrocchiale di San Giovanni dall’arcivescovo di Sens. Catherine aveva 18 anni e il re 33. Entrambi entrarono a Parigi in trionfo nel mese di dicembre, navigato in Inghilterra e Caterina fu incoronata regina a Westminster Abbey nel febbraio 1421. Il re e la sua nuova regina fatto progressi attraverso le Midlands e contee settentrionali d ” Inghilterra, ma entro giugno Henry era tornato sul continente, lasciando la moglie ora incinta a casa.

Il 6 dicembre 1421 Caterina diede alla luce un figlio, Enrico, al Castello di Windsor. Quasi immediatamente lasciò il suo bambino principe alle cure delle sue infermiere e salpò per la Francia per unirsi a re Enrico. Hanno trascorso diverse settimane insieme prima di andare a Senlis a visitare i suoi genitori, mentre Henry si è impegnato in un assedio a Meaux. Non lo avrebbe mai piu ‘ rivisto. Henry ha contratto una malattia di deperimento simile alla dissenteria. A due settimane dal suo trentacinquesimo compleanno, nel Castello di Vincennes, morì il 31 agosto 1422. Catherine era vedova a vent’anni.

Proprio come ogni madre nella sua situazione, ha dedicato tutto il suo tempo e le sue energie alla cura del suo piccolo figlio. Re Carlo VI di Francia morì il 21 ottobre dello stesso anno facendo così il piccolo Enrico VI, re d’Inghilterra e di Francia. Durante i primi anni della vita del ragazzo Catherine ha appena lasciato la sua parte. Apparve in pubblico con il ragazzo quando era richiesta la sua presenza e lo portò nelle sue proprietà a Waltham e nell’Hertfordshire. C ” era, però, una domanda che sembrava preoccupare quelli su di lei più di lei. Era giovane e disponibile – avrebbe risposarsi?

I due uomini più potenti del paese erano il fratello del re morto, Humphrey, duca di Gloucester, e Henry Beaufort, cardinale vescovo di Winchester. Beaufort era un ramo di quell’albero che era germogliato dal terzo matrimonio di Giovanni di Gaunt – era tecnicamente reale ma il suo lignaggio era macchiato dall’ombra dell’illegittimità. I due uomini raramente erano d’accordo e il loro costante litigio rendeva difficile il governo. Se un terzo elemento apparisse sotto forma di un secondo marito alla vedova, le questioni della regina diventerebbero ancora più complicate, in particolare se si dimostrasse politicamente attivo. Il vescovo scaltro premette la causa di suo nipote, Edmund Beaufort, conte di Mortain, e, per un po’, ci sono state voci che Caterina ed Edmund potrebbe sposarsi, ma la partita cadde. Humphrey raccolse abbastanza sostegno per approvare un disegno di legge attraverso il Parlamento del 1427-8 affermando che qualsiasi regina vedova che desiderasse risposarsi doveva avere il consenso del re e che poteva essere dato solo quando raggiunse la sua maggioranza. Poiché il giovane Henry aveva solo sei anni, Humphrey aveva effettivamente rinviato la questione per il prossimo futuro.

Anche il personaggio di Catherine ha dato motivo di preoccupazione. Era una giovane, vivace, bella donna francese con una brama di vita. In effetti, un cronista la descrive come ” incapace di frenare completamente le sue passioni carnali.”Senza dubbio era un monaco! Un occhio attento era tenuto sulle attività della regina vedova e su quelle con cui si associava.

owen

Owen ap Maredudd ap Tudur

C’era, servendo nella sua famiglia, un giovane gallese di nome Owen ap Maredudd ap Tudur. Owen proveniva da una famiglia che un tempo deteneva un grande potere nel nord del Galles. Uno dei suoi antenati, Ednyfed Fychen, era stato il braccio destro di Llywelyn il Grande, principe di Galles. Attraverso la moglie di Ednyfed, Gwenllian, Owen potrebbe risalire la sua linea attraverso Rhodri Mawr (il Grande) al leggendario Cunedda del v secolo, duca d’Inghilterra. Ci sono numerosi miti che circondano le circostanze del legame di Catherine con Owen-la maggior parte di loro un insulto all’intelligenza – quindi non li riferirò. Un racconto, tuttavia, ha l’anello della verità ed è supportato da un riferimento obliquo in una poesia di Robin Ddu di Anglesey che scrive sul tempo della morte di Owen nel 1461. Catherine notò il bel Owen a un ballo dove, un po ‘ peggio per il vino, perse il piede e cadde in grembo.

Il fatto che fossero molto innamorati non può essere messo in discussione per entrambi correva notevoli rischi. Con lo statuto di Humphrey in vigore non potevano sposarsi apertamente, quindi fu organizzato un matrimonio segreto, probabilmente nel 1430-1. Il consiglio di governo deve essere venuto a conoscenza della partita come Owen è stato naturalizzato come un inglese nel maggio 1432. Il fatto che la regina vedova fosse incinta probabilmente ha dato via il gioco!

Catherine ebbe quattro figli da Owen Tudor, tre figli e una figlia che morì giovane. Edmund nacque a Much Hadham, un maniero di proprietà del vescovo di Londra, mentre Jasper vide la luce per la prima volta a Hatfield nella tenuta del vescovo di Ely. Il terzo figlio, Owen, divenne monaco e non prese parte alla futura storia dell’Inghilterra. Il matrimonio di Catherine e Owen Tudor non era di dominio pubblico fino a dopo la sua morte.

Nel 1436, Catherine entrò nell’Abbazia di Bermondsey per ottenere un trattamento per una malattia descritta come una “lunga, dolorosa malattia, in cui sono stato a lungo, eppure sono turbato e infastidito dalla visita di Dio.”Il Consiglio del Re aveva vietato qualsiasi incontro tra Catherine e Owen ed era stata appena partorita la sua ultima figlia, battezzata Margaret, che morì poco dopo la nascita. Questo sarebbe stato sufficiente a provocare un crollo mentale nella maggior parte delle persone. A quel tempo, il suo stato mentale era accusato di una condizione ereditaria da suo padre, Carlo VI di Francia. I problemi mentali di se stessa e suo padre sono stati considerati la causa di Enrico VI “debolezza della mente.”Morì il 3 gennaio 1437. La malattia era probabilmente di natura mentale in quanto vi erano suggerimenti che era squilibrato alla fine; una triste conclusione per la vita di una donna così bella.* (vedi fonte sotto)

La partenza di Catherine ha causato problemi a Owen. Mentre viveva nessuno poteva toccarlo. Ben presto si trovò in prigione. Edmund e Jasper, come fratellastri del Re, furono affidati alle cure di Katherine de la Pole, Badessa di Barking e sorella del conte di Suffolk, dove furono trattati in un modo che si addiceva al loro status. Owen fu infine rilasciato, graziato di tutte le offese e generosamente trattato dal suo figliastro, il Re. Passò gran parte del resto della sua vita come gentiluomo di campagna. Owen andò alla deriva dentro e fuori dalla storia dopo la morte di Catherine. Allo scoppio delle Guerre delle Rose, è registrato come presente a un Consiglio lancastriano nel 1459 con suo figlio, Jasper, ed entrambi giurarono fedeltà al suo figliastro, re Enrico VI. Poi fece l’errore di essere coinvolto in una battaglia minore nelle marce gallesi in un piccolo villaggio chiamato Mortimer’s Cross nell’Herefordshire. All’inizio del fidanzamento ci si rese conto che i Lancastriani erano in inferiorità numerica e hanno rotto ranghi. Owen fu catturato a sud del campo di battaglia mentre cercava di fuggire. Era invecchiato circa 60 da allora e questo potrebbe aver ostacolato la sua offerta per la sicurezza. Lo yorkista Edward, ora duca di York dopo l’omicidio di suo padre pochi mesi prima a Wakefield, voleva vendicarsi per la morte di suo padre e di un fratello e ordinò l’esecuzione dei nobili lancastriani catturati. Sembra che Owen si aspettava di essere rilasciato a causa della sua stretta relazione familiare con Enrico VI, e fu solo quando fu in piedi davanti al blocco che si rese conto che la fine era imminente. Mentre altri imploravano pietà, Owen Tudor fu lodato per la dignità con cui si comportò nella morte.

Un cronista contemporaneo racconta: “Il 3 gennaio la buona regina Caterina, moglie di Enrico V e madre di Enrico VI, morì all’abbazia di Bermondsey, appena fuori Southwick, nel Surrey. L ‘ 8 febbraio fu portata a St. Katherine dalla Torre di Londra, e da lì attraverso Londra a St. Paul, scortata da nobili signori e dame, anche il sindaco, gli assessori e le corporazioni di Londra, con una compagnia di canonici, sacerdoti e frati. Dopo questo il suo corpo fu portato a Westminster, dove fu sepolta con gli onori reali nella Lady Chapel. Dio abbia pietà della sua anima. Amen.”E lì riposa fino ad oggi.

Suo figlio maggiore, Edmund Tudor, doveva diventare conte di Richmond, sposare una notevole signora di nome Margaret Beaufort, e sire il futuro re Enrico VII. Jasper Tudor è stato creato conte di Pembroke e si è dimostrato un sostenitore più leale e fermo di suo nipote. Catherine sarebbe stata orgogliosa della sua progenie gallese.

Fonte:

*Ho un libro, Cronache dei Plantageneti, che dice che era risaputo che lo stato mentale di Catherine era seriamente in discussione.

Circa l’autore:

Capture Sono Alan Freer e vivo nel piccolo villaggio di Byfleet, Surrey, Inghilterra. Edward, il Principe Nero, trascorse gran parte dei suoi ultimi anni a Byfleet. Sono stato uno “storico ” dilettante dall’età di sette anni, quando ho acquistato il mio primo libro di storia nel 1955. In effetti, era previsto che sarei diventato un insegnante di storia, ma una breve conversazione poco prima di andare all’università mi ha indirizzato al settore bancario – più redditizio ma, forse, non così soddisfacente! La storia mi ha portato in genealogia e ho il mio sito web in dettaglio i discendenti di Guglielmo il Conquistatore (www.william1.co.uk ). Un progetto senza fine! Quando mi sono ritirato dalla banca nel 1999 ho iniziato a scrivere e ho avuto una serie di articoli pubblicati su riviste di storia degli Stati Uniti o su siti web di riviste. Principalmente ho scritto per il divertimento dei miei colleghi nella mia seconda occupazione come dipendente pubblico. Mi considero più fortunato di essere nato in Inghilterra e non vorrei che altrimenti-tranne, forse, l’Italia!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.