Sebbene la sua ideologia abbia mostrato segni di rinascita ultimamente, le vestigia fisiche del nazismo tedesco sono quasi svanite dalla vista. Eccezioni importanti possono essere trovate, tuttavia, in una curiosa spruzzatura di guglie brutali che incombono ancora sui quartieri di Berlino, Amburgo e Vienna. Questi monoliti di cemento erano così ben fatti che demolirli ha dimostrato più problemi del suo valore. Di conseguenza, la maggior parte rimane vuota e inutilizzata—ricordi silenziosi di un tempo in cui il pragmatismo militante aveva la precedenza sull’eredità architettonica.

Le torri flak furono costruite durante la seconda guerra mondiale come luoghi di sosta per l’artiglieria antiaerea della Luftwaffe. A tal fine furono efficaci nel proteggere le città dai bombardieri alleati. Nel frattempo le loro interiora di cemento impenetrabili raddoppiato come rifugi antiaerei per migliaia di civili tedeschi.

Berliner Zoo combat flak tower in uso nell’aprile del 1942. (Wikimedia)

Ogni complesso di torri flak comprendeva due torri separate: una grande Gefechtsturm o “combat” G-tower per i supporti dei cannoni, e una più piccola Leitturm o “leadership” L-tower per il controllo e il comando del fuoco. Insieme, i due avamposti potevano comunicare in modo efficiente durante il combattimento e coordinarsi con altri complessi di difesa nell’area. Come i castelli medievali assediati, anche le torri flak si dimostrarono efficaci nel consolidare alcune delle ultime guarnigioni naziste che resistevano all’Armata Rossa mentre prendeva Berlino nel 1945. Alla fine, i holdouts a corto di rifornimenti e si arresero.

Quando Hitler ordinò la costruzione delle torri flak iniziali di Berlino nel 1940, accelerò il processo regolando gli orari delle ferrovie nazionali intorno alla consegna dei materiali da costruzione. Le torri furono erette in soli sei mesi. Dopo la guerra la maggior parte delle piccole torri a L furono demolite o sepolte. Settant’anni dopo, le restanti torri flak vengono lentamente convertite per altri usi. Una torre nel Parco Esterhazy di Vienna, ad esempio, ospita un acquario pubblico e una parete da arrampicata. L’Heiligengeistfeld G-tower di Amburgo è ora un complesso di locali notturni e attività commerciali, mentre sono in programma di coronarlo con un giardino pubblico a livelli elaborati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.