X

Privacy& Cookies

Questo sito utilizza dei cookies. Continuando, accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni, tra cui come controllare i cookie.

Capito!

Pubblicità

Ieri, ho twittato un link a un rapporto di Haaretz sullo scavo di tombe di epoca napoleonica sull’isola di Nelson nella baia di Aboukir al largo di Alessandria.

È una buona lettura, ma c’era una cosa che mi ha colpito un po ‘ strana.

Il rapporto menzionava che uno dei corpi era stato trovato con monete di rame maltesi sui suoi occhi. Sconcertante, questo è stato attribuito al neoclassicismo.

Beh, no.

Certamente, i greci nel periodo classico mettevano una moneta nella bocca del defunto per pagare il traghettatore – un’abitudine che veniva dai greci non avendo inventato le tasche, e così spesso tenevano il loro spicciolo in bocca, ma quello che non facevano era mettere monete sugli occhi dei morti.

In Irlanda e nell’ovest della Scozia – fondamentalmente nelle aree di lingua gaelica, era usanza deporre il defunto per una veglia prima della sepoltura. Il defunto era in un lenzuolo tortuoso, o vestito con abiti-le bare erano costose, e mentre uno avrebbe potuto essere assunto per portare la persona morta nella tomba, le persone non erano sempre sepolte in una.

Ora è diventata l’abitudine di mettere pochi centesimi sugli occhi del defunto per tenere gli occhi chiusi e per impedire loro di aprirsi alla contrazione muscolare – qualcosa che se è successo nel bel mezzo di una scia deve essere stato profondamente inquietante per tutti gli interessati.

I penny sugli occhi della cosa morta non sono solo una cosa celtica – apparentemente in Ungheria, c’era una credenza simile tranne che c’era una superstizione che le monete d’argento dovrebbero essere usate, altrimenti si poteva vedere la propria morte predetta negli occhi della persona morta.

(Al giorno d’oggi gli obitori spesso incollano le palpebre chiuse con la supercolla prima di una visione del corpo.)

Ma se cerchi questo argomento un po ‘ morboso su Google ti rendi conto che da qualche parte all’inizio del ventesimo secolo, penny to pay the ferryman è diventato conflated con i penny per tenere gli occhi chiusi – forse mentre le persone sempre più non preparavano personalmente i morti per la sepoltura Advertisements

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.